PRODUZIONE

Grazie all’esperienza maturata nel settore, la nostra produzione è in continua crescita e la gamma prodotti è in costante espansione. Oltre all’offerta standard, siamo in grado di fornire al cliente qualsiasi prodotto speciale a partire dal solo disegno. Le nostre presse che raggiungono le 800 t di capacità ci permettono di arrivare a livelli di qualità eccellenti.
Con la stessa cura produciamo anche i componenti stampati per conto terzi, con la stessa precisione che impieghiamo per la nostra produzione.

Processi di produzione:

STAMPAGGIO RESINE TERMOINDURENTI

È un metodo di stampaggio in cui il materiale, generalmente materiali compositi (resina termoindurente caricata con fibre di vetro) in fogli (SMC), viene posto all’interno di stampi accoppiati. Successivamente lo stampo viene chiuso, con forza elevatissima, da presse a sviluppo verticale.
Il materiale così sottoposto a pressione, aderisce a tutte le parti dello stampo, mentre temperatura e pressione vengono mantenute fino a quando il materiale non si è indurito.

Il principale vantaggio di questa tecnica sta nel fatto che consente di realizzare pezzi di geometria anche complessa in tempi alquanto ridotti. Dallo stampaggio si possono ottenere direttamente spessori, anche non uniformi, righe, borchie, flange, fori ecc., prevedendo anche inserti metallici, in modo da eliminare una serie di operazioni successive e questo lo rende particolarmente adatto per parti in composito a elevati volumi di produzione.
A tutt’oggi questa tecnologia è la più utilizzata nella produzione di cassettame, quadri e componenti con elevate caratteristiche fisiche e meccaniche per il settore della distribuzione dell’energia elettrica, come per l’industria automobilistica (per esempio i paraurti).

STAMPAGGIO RESINE TERMOPLASTICHE

È la tecnologia più diffusa nella trasformazione dei materiali termoplastici, in polvere o in granuli. Il materiale da una tramoggia passa ad una camera riscaldata in cui rammollisce. Successivamente viene spinto in uno stampo da un pistone o da una vite. La pressione viene mantenuta fino a che la massa non si è indurita abbastanza da essere estratta dallo stampo.
Si producono, in modo discontinuo, pezzi di forma e dimensioni diverse e dal peso variabile da pochi grammi a svariati chili.

I principali vantaggi di questa tecnologia sono:

  • la possibilità di produrre pezzi con geometrie complesse;
  • elevata produttività;
  • i bassi costi di produzione;
  • l'elevata automazione dei processi;
  • la possibilità di produrre pezzi di dimensioni molto piccole;
  • stampi e presse possono essere utilizzati con materiali plastici diversi;
  • la possibilità di stampare in accoppiamento con inserti metallici;
  • produzione di manufatti con diversi colori e materiali.